Posso mollare il lavoro e andare a Vivere in Thailandia? E’ una cosa possibile oppure un utopia? Quante volte ti è passata per la mente l’idea di andare a vivere in un paese tropicale lontano dal caos della tua metropoli, magari disteso su una di quelle spiagge bianchissime circondate da un mare cristallino, con una temperatura minima di 24° tutto l’anno

Questo e molti altri sono i motivi per cui la Thailandia viene scelta da noi europei piuttosto che dai Russi o dai Cinesi, come meta dove iniziare una nuova esperienza di vita. Pian piano cercherò di spiegarti tutto quello che devi sapere per riuscire a vivere in Thailandia, partendo dai punti sopracitati e se davvero vuoi fare questo passo troverai molto utile questo articolo per iniziare e ti raccomando di dare un’occhiata anche a quelli correlati per trovare altri consigli.

Vivere in Thailandia

VISTI PER LA THAILANDIA QUALI SONO? QUALE RICHIEDERE?


Per vivere in Thailandia avrai per forza bisogno di un visto.

Tra i visti per entrare in Thailandia ci sono quelli “Turistici” e quelli di “Long Stay” (Lunga durata). Se hai intenzione di viverci, i turistici non fanno al caso tuo, ma ti spiego in breve quali sono.

Visti turistici di breve durata

Allora esiste il “VISA ON ARRIVAL” che ti permette di restare in Thailandia massimo 30 giorni è gratis e non c’è bisogno di richiederlo prima perchè ti viene rilasciato tramite un timbro sul passaporto quando atterri in Thailandia. E poi c’è il “TOURIST Visa”  con cui puoi restare in Thailandia fino a 60 giorni che però costa circa 30€ ad oggi, e deve essere richiesto prima di partire presso un consolato o Ambasciata Thai più vicina. (Attenzione perchè dovrai presentare una serie di documenti che ti spiego in questo articolo)

Visti di Lunga durata

Tra i Visti di Lunga durata invece ci sono: il MULTI-ENTRY, il NON Immigrant B (alias visto per affari, business o lavoro), Il NON Immigrant O (per pensionati, o coniugi di cittadini Thailandesi), e l’ED VISA (Visto di studio).

Ora ti spiego brevemente chi può richiedere uno dei seguenti visti cosiddetti “Long Stay”:

  • Il “MULTI-ENTRY” è in pratica un visto turistico multi entrata, che ti permette di restare in Thailandia fino ad un massimo di 6 mesi a patto che ogni 60 giorni esci al confine e rientri pagando una “tassa” di 1900 thb (circa 60€) oltre ai costi per il viaggio fino al confine e ritorno. (Esistono molte agenzie che organizzano questo viaggio di andata e ritorno dal confine ogni giorno, per cui è una cosa davvero semplice). Questo visto deve essere richiesto in Italia prima della partenza presso un qualsiasi consolato o ambasciata Thailandese e costa circa 125€ ad oggi.
  • Il NON Immigrant B, viene rilasciato a chi ha già un contratto di lavoro in Thailandia prima di partire, o da chi ha già una Company in Thailandia e ha già tutti i documenti necessari per poterlo richiedere, come ad esempio ultimi 3 mesi di tasse e contributi pagati per almeno 4 dipendenti thailandesi, licenza, capitale sociale necessario ecc.ecc. (Se vuoi saperne di più continua a leggere qui). Questo tipo di visto può essere richiesto presso un consolato o un Ambasciata Thai in Italia costa Circa 60€ ad oggi ed ha una durata di 90 giorni con le successive estensioni fino ad un anno nel paese presso uno degli uffici immigrazione al costo di 1900 thb.
  • Il NON Immigrant O, invece può richiederlo chi ha 50 anni compiuti o più di 50 anni e percepisce una pensione in Italia non inferiore a 1.200€. Oppure chi è sposato con un cittadino Thailandese. Dovrà essere richiesto sempre presso un consolato o Ambasciata Thai in Italia al prezzo di 60€ circa ad oggi, con validità di 90 giorni da estendere poi in Thailandia nel più vicino ufficio immigrazione, sempre al costo di 1900 thb.
  • L’ “ED VISA” invece è un visto di studio che si può ottenere iscrivendosi ad una scuola di lingue, di cucina o di Muay Thai o in una palestra abilitata, ma sempre in Ambasciata prima di arrivare in Thailandia, altrimenti dovrete uscire al confine e rientrare in modo da “attivare” il visto di studio. Il costo è di circa 30€ ad oggi ed ha una durata di 90 giorni rinnovabile fino ad un anno all’ufficio immigrazione in Thailandia al costo di 1900 thb.

Se vuoi saperne di più leggi questo articolo che spiega nel dettaglio come richiedere un visto e quali documenti servono:  VISTO PER LA THAILANDIA – COME RICHIEDERLO

COME POSSO APRIRE UN CONTO IN BANCA IN THAILANDIA?


Aprire un conto in banca in Thailandia è una cosa semplicissima, molto più di quello che vi vogliono far credere a causa della disinformazione che c’è in giro.

L’unica prerogativa però è avere un visto a lungo termine. Avendo uno dei visti sopra citati quindi potrai aprire un conto corrente bancario andando in una delle varie banche e chiedere di aprire un conto. I documenti che ti chiederanno sono i seguenti:

  • Passaporto / Visto LONG STAY
  • Documento rilasciato dalla scuola nel caso di ED Visa
  • Foglio da richiedere all’immigrazione al costo di 200 thb dove è segnalato il domicilio.

Ricapitolando, prima di andare in banca dovrai andare all’ufficio immigrazione e dire che hai intenzione di aprire un conto in banca, a quel punto loro ti rilasceranno un foglio in cui ci sono i tuoi dati, il domicilio in Thailandia e il motivo per cui hai richiesto quel foglio; in questo caso “OPEN ACCOUNT BANK”.  (N.B. per vivere in Thailandia dovrai richiedere questo foglio per qualsiasi, sia che tu voglia comprare un auto, fare la patente piuttosto che appunto aprire un conto in banca).

Ottenuto questo voglio dovrai mostrarlo in banca insieme al tuo passaporto e nel caso di un visto di studio vorranno un foglio che rilascia la scuola/struttura in cui hai fatto il visto che attesti che effettivamente seguite le lezioni già da almeno 3 mesi.

Oltre a tutti i documenti che occorrono per aprire un conto, non dimenticate il deposito minimo da versare all’apertura del conto, che varia a seconda della banca in cui vi recate, ma di solito è 1.000 baht (circa €25,00).

POSSO GUIDARE IN THAILANDIA?


Sicuramente se stai pensando di andare a vivere in Thailandia, ti sarai fatto questa domanda! La risposta è Si, ma solo se siete in possesso del permesso di guida internazionale (da richiedere in una qualsiasi Scuola Guida o al più vicino ufficio di motorizzazione civile). Non avrai problemi a noleggiare un’auto o un motorino se non hai la Patente internazionale, ma se dovesse fermarii la polizia per un controllo; senza patente ti faranno una multa di 400 THB (circa €10).

Oltre a richiedere la patente internazionale se noleggi un veicolo ricorda sempre le seguenti cose per evitare multe:

  • è obbligatorio indossare il casco
  • devi fermarti al semaforo rosso prima della linea rossa che vedi a terra
  • non bere alla guida, fanno spesso l’alcol test e ritirano patente e motorino e la multa è salata.

NOTA BENE:

Non esiste un solo tipo di patente internazionale, ma c’è ne sono due, uno fa riferimento alla convenzione di Vienna 1968 e uno alla convenzione di Ginevra 1949. Per guidare in Thailandia dovrete richiedere la patente internazionale convenzionata al modello di Ginevra 1949. Per maggiori informazioni ti consiglio di consultare questo articolo: PATENTE INTERNAZIONALE in cui spiego come e cosa serve per richiedere la patente internazionale.

COME FUNZIONA IL SISTEMA SANITARIO TAILANDESE?


Questa è una domanda a cui molti non danno peso, ma se pensi davvero di vivere in Thailandia, è di “vitale” importanza perché il Sistema sanitario non è pubblico bensì privato, ragion per cui il mio consiglio è quello di stipulare un’assicurazione sanitaria prima della partenza in base alle tue esigenze.

In ogni caso sappi che la Thailandia; al contrario di alcune credenze popolari, prettamente “straniere”, che descrivono questo come un paese tanto povero da non possedere ospedali degni di essere chiamati tali, vanta invece uno dei migliori servizi sanitari di tutta l’Asia.

ALTRE INFO UTILI PER TUA PERMANENZA IN THAILANDIA!


  • Lingua: Thailandese e Inglese
  • Religione: buddista, con minoranze musulmane e cristiane
  • Moneta: Baht (1 euro sono circa 38 baht)
  • Fuso Orario: 6 ore avanti rispetto all’Italia (5 con l’ora legale)
  • Clima: Quattro stagioni di cui la più “fresca” misura 23°.
  • Vaccinazioni: non obbligatorie. Si consigliano però quelle contro l’epatite A e B, e un buon repellete contro le zanzare.

Dulcis in fundo…..internet in Thailandia funziona benissimo. Questa è la risposta ad una delle ultime domande che mi hanno fatto.

Spero che questo articolo ti siano stati utili almeno per iniziare a familiarizzare con la Thailandia, ho risposto in breve alle tipiche domande che si pone chi pensa di andare a vivere in Thailandia. Se continui a spulciare tra gli articoli potrai trovare spiegazioni più dettagliate degli argomenti sopra citati e tanto altro ancora. Scommetto che ci sono tante altre domande a cui cerchi risposte, se fosse cosi scrivimi le tue domande nei commenti, se posso, ti aiuterò con piacere.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Seguici su instagram

CERCA LE MIGLIORI OFFERTE PER TE

dove dormire in Thailandia

Potrebbero interessarti

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.