vivere in thailandia

ANDARE A VIVERE IN THAILANDIA

COSA SAPERE PRIMA DI PARTIRE E DI COSA C’E’ BISOGNO?


Quante volte c’è passata per la mente l’idea di andare a vivere in un paese tropicale? Lontano dal caos e dalla metropoli, magari distesi su quelle spiagge bianchissime circondate da un mare cristallino, con una temperatura minima di 24° tutto l’anno?

Ecco perché la Thailandia è la meta esotica desiderata dagli europei.  Le città della Thailandia più visitate per le loro spiagge bianche e il mare cristallino sono: Phuket, Pattaya, koh samui, krabi e varie isolette con posti incontaminati.

C’E’ BISOGNO DEL VISTO PER VIVERE IN THAILANDIA?


Si. Prima di pensare o solo sognare di andare a vivere in Thailandia, sappiate che per soggiornare in territorio Tailandese avrete bisogno di un visto. Di visti per la Thailandia c’è ne sono tanti, l’importante è capire quale è adatto al vostro caso, o per meglio dire; quale potrete richiedere e di conseguenza ottenere.

VISTI PER LA THAILANDIA – QUALI SONO?

Tra i permessi per soggiornare in Thailandia, c’è il visto turistico di 30 giorni che vi viene dato automaticamente in aeroporto appena atterrati, anche se entrate in territorio thailandese per soli 10 o 15 giorni, Se invece il vostro soggiorno dura di più, potrete richiedere all’ambasciata thailandese prima di partire il visto turistico valido per 60 giorni. Poi c’è il visto di lavoro che può richiedere chiunque abbia già un contratto di lavoro prima di mettere piede in Thailandia ed è valido per tutta la durata del contratto stesso, il visto di studio si può ottenere iscrivendosi ad una scuola thailandese ma sempre prima di essere in Thailandia, altrimenti dovrete uscire al confine e rientrare in modo da “attivare” il visto di studio, infine c’è il visto per pensionati che può essere richiesto da coloro che in Italia percepiscono una pensione pari o superiore ad una determinata cifra (circa €1.200 / €1.500).

DURATA DEI VISTI:

Ognuno dei visti sopra elencati ha una durata che varia dai 3 ai 12 mesi, questi non sono mai consecutivi; nel senso che ogni TOT di mesi bisogna recarsi all’ufficio immigrazione per rinnovare il Visto che già si possiede, anche per il visto turistico che normalmente è valido per soli 30 giorni, c’è la possibilità di estenderlo per altri 30 giorni al costo di circa €50. Quindi il primo passo da compiere è capire quale di questi visti richiedere, per cui ti consiglio di leggere questa guida VISTO PER LA THAILANDIA – COME RICHIEDERLO in cui vengono spiegati dettagliatamente i vari Visti e cosa serve per richiederli.

COME APRIRE UN CONTO CORRENTE BANCARIO?


Potrete aprire un conto corrente bancario, solo se siete in possesso un visto che certifichi quanto tempo risiederete in Thailandia, quindi un visto di studio, di lavoro o per pensionati. A quel punto potrete provare ad aprire un conto, recandovi in una delle varie Banche e mostrando il vostro passaporto munito di Visto.

Attenzione però, perché non è proprio così semplice, anzi, la maggior parte delle Banche richiedono anche un’altra serie di documenti come ad esempio un foglio che attesti il vostro domicilio in Thailandia, (questo documento potrete richiederlo al più vicino ufficio immigrazione), in rari casi addirittura una lettera di raccomandazione dell’Ambasciata.

Oltre a tutti i documenti che occorrono per aprire un conto, non dimenticate il deposito minimo da versare all’apertura del conto, che varia a seconda della banca in cui vi recate, ma di solito è di 1.000 baht (circa €25,00).

CHE TIPO DI CONTO CORRENTE POSSO APRIRE IN THAILANDIA?

A

  • Conto Corrente Bancario: Con il conto corrente, oltre alla carta ci verrà consegnato anche un libretto degli assegni.
  • Conto di risparmio in baht: Quando apriamo un conto corrente di risparmi, ci verrà consegnata una carta di debito, sulla quale potremmo depositare o prelevare soldi dal nostro conto presso gli sportelli ATM.
  • Conto di deposito in valuta estera: Questo conto, come s’intende dal nome ci consentirà di gestire varie valute estere.
  • Conto bancario per affari: Il conto per affari, viene rilasciato solo a chi possiede un visto di lavoro. Quindi a coloro che hanno interessi lavorativi in Thailandia, o che possono dimostrare di essere titolari di un’azienda o società.

POSSO GUIDARE IN THAILANDIA?


Sicuramente se state pensando di andare a vivere in Thailandia, vi sarete fatti questa domanda! La risposta è Si, ma solo se siete in possesso del permesso di guida internazionale (da richiedere in una qualsiasi Scuola Guida o al più vicino ufficio di motorizzazione civile). Non avrete problemi a noleggiare un’auto o un motorino se non avete la Patente internazionale, ma se dovesse fermarvi la polizia per un controllo; senza patente vi beccherete una multa di 400 THB (circa €10). Oltre alla patente ricordatevi che se noleggiate un motorino, è obbligatorio indossare il casco, altrimenti la contravvenzione avrà un costo che può variare dai 400 THB ai 1000 THB, a discrezione dell’agente che effettua il controllo.

NOTA BENE:

Non esiste un solo tipo di patente internazionale, ma c’è ne sono due, uno fa riferimento alla convenzione di Vienna 1968 e uno alla convenzione di Ginevra 1949. Per guidare in Thailandia dovrete richiedere la patente internazionale convenzionata al modello di Ginevra 1949. Per maggiori informazioni ti consiglio di consultare questo articolo: PATENTE INTERNAZIONALE in cui viene spiegato come e cosa serve per richiedere la patente internazionale.

COME FUNZIONA IL SISTEMA SANITARIO TAILANDESE?


Questa è una domanda a cui molti non danno peso, ma se state pensando di vivere in Thailandia, è di “vitale” importanza perché il Sistema sanitario non è pubblico bensì privato, ragion per cui il nostro consiglio è quello di stipulare un’assicurazione sanitaria prima della partenza in base alle vostre esigenze.

In ogni caso sappiate che la Thailandia; al contrario di alcune credenze popolari, prettamente “italiane”, che descrivono questo come un paese tanto povero da non possedere ospedali degni di essere chiamati tali, vanta invece uno dei migliori servizi sanitari di tutta l’Asia.

ALTRE INFO UTILI PER TUA PERMANENZA IN THAILANDIA!


  • Lingua: Thailandese e Inglese
  • Religione: buddista, con minoranze musulmane e cristiane
  • Moneta: Baht (1 euro sono circa 38 baht)
  • Fuso Orario: 6 ore avanti rispetto all’Italia (5 con l’ora legale)
  • Clima: Quattro stagioni di cui la più “fresca” misura 23°.
  • Vaccinazioni: non obbligatorie. Si consigliano però quelle contro l’epatite A e B, e un buon repellete contro le zanzare.

Spero di esservi stata utile, rispondendo alle principali domande che sicuramente vi starete ponendo se state pensando di vivere in Thailandia. Possono esserci tante altre domande a cui cercate risposte, se fosse cosi scrivetemi nei commenti, se posso, vi aiuterò con piacere.

Condividi questo articolo

Condividi questo articolo

Seguici su Instagram

  • relaxing relax love nature travel instagood photography sun happy spa
  • Buongiorno moooondo Good morning woooorld!     adventure
  •    us usa america unitedstates toptags travel traveling
  • Una super citt romantica Venezia    italy italian
  •     sky sun sunset toptags sunshine sol
  • Lorizzonte    panorama panoramaridge toptags panoramas stayandwander panoramanyc
  • Linfinito   artofvisuals toptags iclandscapes keepitwild huffpostgram landscape adventure
  • Lincanto   landscape amazing view trip tree sky mountains
  • A paradise near koh Larn island instatravel travelmemories lifeofexploring travelingram

CERCA LE MIGLIORI OFFERTE PER TE

dove dormire in Thailandia

Potrebbero interessarti

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.