buddha di smeraldo

Il tempio del Buddha di Smeraldo

Wat Phra Kaew


Il tempio del Buddha di smeraldo è uno degli edifici che compone il complesso del palazzo reale di Bangkok, si trova nella zona più esterna del complesso ed è un sacro luogo di preghiera che ospita uno splendente Buddha. Tra i Tailandesi viene comunemente chiamato Wat Phra Sri RattanaSatsadaram, oppure Wat Phra Kaew, ed è stato istituito dal re Rama I nel 1782. Il Tempio in questione è il più fascinoso e splendete del resto dei templi che potrete vedere a Bangkok. Inoltre per il fatto che si trova all’interno delle mura che circondano il Palazzo reale, non è mai stato utilizzato come dimora per i monaci, a differenza degli altri Templi.

In perfetto stile Thailandese


La cappella che ospita, il Buddha di Smeraldo, è l’edificio più importante del Tempio, era il luogo dove si svolgeva la cerimonia di ordinazione dei giovani monaci buddisti. Costruita in vero stile architettonico Thailandese. Le porte e le finestre sono state fatte con pannelli di madre-perla intarsiate. La pittura murale sulla parete alle spalle del Buddha di Smeraldo, rappresenta la scena della cosmologia buddhista; il cielo, la terra e l’inferno; mentre sulla parete di fronte vengono mostrate scene dell’illuminazione di Buddha. Queste due rappresentazioni furono dipinte durante il primo regno di Bangkok, e non sono mai più state ritoccate. Le due pareti laterali al Buddha di smeraldo, invece, rappresentano episodi riguardanti la vita di Buddha, e sono state ritoccate durante il regno di Re Rama III.

La struttura 


Le pareti esterne dell’edificio sono interamente decorate con mosaici di vetro dorati e colorati. I piedistalli della cappella sono adornati con motivi di 122 Garudas (re degli uccelli), in possesso di Naga o serpenti, utilizzati come portatori della cappella. La statua del Buddha di Smeraldo, è stata ricavata da un blocco di diaspro. (Roccia silicea formata da quarzo criptocristallino, talvolta con resti di scheletri silicei, di colore rosso, giallo, verde e bruno; viene usata come gemma di piccolo pregio, e per intarsi e rivestimenti in architettura.). Misura 66 cm di altezza compresa la base e 48,3 cm di larghezza.

La cerimonia del cambio d’abito


Il Buddha di smeraldo possiede tre diversi costumi, uno per ogni stagione; quindi c’è quello per l’estate e per la stagione delle piogge e poi anche quello per l’inverno. I primi due furono fatti durante il regno del Re Rama I, mentre quello per l’inverno, venne fatto durante il Regno di Re rama III. Tutti e tre rigorosamente in oro e gioielli. Il cambio del costume viene effettuato con una solenne cerimonia che si svolge tre volte l’anno, all’inizio di ogni stagione.

Il Buddha di Smeraldo; una lavorazione nordica


A giudicare dallo stile dell’immagine, il Buddha di smeraldo sembra appartenere allo stile della lavorazione nordica tailandese. Quindi probabilmente fu realizzato nel XV secolo ed è considerato l’immagine più importante del Buddha in Thailandia. La storia narra che il Buddha di smeraldo fu scoperto per la prima volta nel 1464 a Chiang Rai, provincia del nord della Thailandia. Nel 1481 durante il regno di Re Tilokaraj fu portato a Chiang Mai. Nel 1552 il Re di Chiang Mai, il cui nome era Chaichettha che era anche il re del vicino paese Laos, portò l’immagine del Buddha in Luang Phrabang in Laos. Fu spostata anche a Vientiane nel 1564, quando divenne la capitale del Laos, e rimase lì fino al 1778. Fino a quando Chao Phraya Mahakrasatseuk, il futuro re Rama, la portò a Thonburi, l’antica capitale della Thailandia prima di Bangkok.

Il 5 marzo 1784, il Buddha di smeraldo fu portato nel Wat Arun, o meglio conosciuto come il Tempio dell’alba, il più importante tempio di quel periodo della città di Thonburi. Fu spostato poi nel Wat Phra Kaew quando Bangkok divenne la capitale della Thailandia. Su entrambi i lati del Buddha di smeraldo ci sono due immagini di Buddha alte 3 metri ciascuna, nell’atteggiamento di calmare l’oceano. Vennero create in bronzo, e coperti di oro e gemme preziose sotto direzione del Re Rama III, il quale chiamo quello sul lato nord; Phra Puttha Yodfa Chulalok e lo dedicò al Re Rama I, e quello sul lato sud; Phra Puttha Lerdla Sulalai dedicandolo al Re Rama II.

Info utili (costi-orari guide).


  • Il costo del biglietto d’ingresso al complesso del Grand Palace è di 500 baht circa €13,00 ed è possibile visitare Il Wat Phra (tempio del Buddha di Smeraldo), girare intorno a tutti i magnifici edifici circostanti, e vedere dall’esterno il Palazzo Reale.
  • Le guide sono disponibili in formato Brochure, in Russo, Cinese, Tedesco, Inglese. E inoltre quando vi recate allo sportello per acquistare il biglietto, potrete acquistare anche la guida vocale, ma è disponibile solo in Cinese, Russo e Inglese.
  • Se decidete di prendere un tuktuk per recarvi al palazzo reale, i guidatori di tuk tuk cercheranno di convincervi che il Palazzo Reale e il Wat Phra sono chiusi in certe ore della giornata con l’obiettivo di portarvi “nel frattempo” a visitare negozi di amici e conoscenti che riconoscono loro laute percentuali sui turisti in visita! Quindi sappiate che il complesso è aperto dalle 08.30 alle 15.30

Condividi questo articolo

Seguici su Instagram

No images found!
Try some other hashtag or username

CERCA LE MIGLIORI OFFERTE PER TE

dove dormire in Thailandia
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.